La Dimora di Nettuno

Da non perdere: La Dimora di Nettuno

Nel cuore del promontorio di Capo Caccia si aprono gli scenari fiabeschi del mondo sotterraneo della Grotta di Nettuno. Un fantastico mondo disegnato da suggestive concrezioni, un sistema di stanze laghi salati che si estende per circa 2500 metri.

Gioiello naturale tra i più affascinanti di tutto il bacino Mediterraneo, la grotta è una vera e propria meraviglia geologica che richiama ogni anno più di 150 mila visitatori.

È accessibile via mare con il servizio della Linea Grotte in partenza dal porto turistico o via terra percorrendo la “Escala del Cabirol” (scala del capriolo), una scala a rampe di circa 660 scalini “scavata” sul costone del promontorio.

 

Le incantevoli sculture della natura

Sono sicuramente le formazioni calcaree, le multiformi concrezioni che la natura ha pazientemente creato nel corso dei secoli a stupire e stimolare l’occhio del visitatore. Maestose e delicate scenografie modellate da formazioni di stalagmiti e stallatiti, da multiformi cristalli e da splendide eccentriche, concrezioni formate da sottilissimi fili di calcite.
L’itinerario turistico inizia nella grande sala che ospita le trasparentissime acque del Lago Lamarmora uno tra i più grandi laghi salati d’Europa
È qui che si erge l’Acquasantiera, una monumentale stalagmite alta circa due metri, che ospita sulla sua sommità alcune vaschette dove si raccoglie poca acqua piovana offrendo una fonte preziosa di abbeveramento per gli uccelli che nidificano nella zona del Capo.
Dopo una breve discesa si raggiunge la Sala delle Rovine e dopo questa la maestosa Reggia che ospita lo scenario più suggestivo di tutta la Grotta. Suggestivi e imponenti colonnati si ergono in questa sala quasi a reggerne il soffitto.
Tra grandi colate e festoni calcitici spicca la caratteristica formazione stalagmitica chiamata Albero di Natale. Il lago termina con una spiaggetta sabbiosa chiamata Spiaggia dei Ciottolini perché un tempo era interamente formata di sassolini.
Dopo la Reggia si incontra la Sala Smith dove si erge il Grande Organo, la più grande colonna dell’intera Grotta. Questa sala deve il suo nome al capitano inglese che agli inizi dell’800 fu uno dei primi esploratori della Grotta. Dopo aver ammirato le piccole colonnine che adornano la Sala delle Trine e dei Merletti, il percorso termina con la visita della Tribuna della Musica, un suggestivo balcone dal quale si può godere la vista dall’alto della zona della Reggia e del Lago Lamarmora.

 

Orari apertura
da aprile al 17 settembre: tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 (ultimo ingresso)
dal 18 settembre: tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00 (ultimo ingresso)
da novembre a marzo: tutti i giorni dalle 10.00 alle 15.00 (ultimo ingresso) AVVISO> dal 23 al 27 gennaio 2020 la grotta è chiusa per lavori

Costi biglietto
adulti € 13
bambini (3-12 anni) € 7
gruppi (min. 25 persone) € 9
scolaresche scuola media (min. 15 persone) € 7
scolaresche scuola superiore (min. 15 persone) € 9

Escursioni in battello

Linea Grotte Navisarda – Ticket office

c/o Porto di Alghero // Tel. +39 079 950603

Costi biglietto (*)
adulti € 16
bambini 3/12 anni € 8
scolaresche da € 8 a € 10
gruppi € 13

Linea Grotte “Attilio Regolo”

c/o porto di Alghero // cell. +39 368 3536824

Costi biglietto (*)
adulti € 15
bambini € 7

(*) il costo del biglietto non include l’ingresso alle Grotte.

Ufficio Informazioni turistiche

Ufficio di Informazioni Turistiche della Città di Alghero
The Official Tourist Centre of Alghero

Ex Casa del Caffè (via Cagliari 2) - 07041 Alghero (SS)
+39 079.979054 +39 079.974881
[email protected]

Lun.- Sab. / Mon - Sat: 9/13 – 15/19
Domenica e festivi / Sundays and holidays 10.00 / 13.00

Instagram Alghero Turismo

No images found!
Try some other hashtag or username

Fondazione ALGHERO

logo-Fondazione-Alghero-360x172_2Versione_finale02

© 2018 Fondazione Alghero
Largo Lo Quarter - 07041 Alghero (SS)
(+39) 079 97 90 54 | (+39) 079 97 48 81

P.IVA 02410750901