L’Arte della sostenibilità: diritti, doveri, responsabilità

Inizio:
2018-12-10 16:00:00

Fine:
2019-02-20 17:00:00

Luogo:


Città:


Indirizzo:


Per i 70 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e i 100 anni dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro

ALGHERO e SASSARI Dal 10 dicembre 2018 al 20 febbraio 2019

Lunedì 10 dicembre ore 16.30 | Aula Segni (Dip. Giurisprudenza SS)

Lunedì 10 dicembre 2018 – alle ore 16.30, presso l’Aula Segni del Centro didattico del Di-partimento di Giurisprudenza, in viale Mancini n. 3 – il “Concerto per la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo” diretto da Vincenzo Cossu, che apre il ciclo di seminari e workshop aperti al pubblico in programma fino al 20 febbraio 2019 in occasione dei 70 anni della Di-chiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e i 100 anni dell’Organizzazione Internaziona-le del Lavoro.

CONCERTO INAUGURALE

Insieme Vocale Nuova Euphonia

Direttore Vincenzo Cossu

M° Accompagnatore Marco Solinas

Percussioni Aurora Cossu – Chitarra Valeria Secchi – Basso Gabriele Griva – Flauto Rossella Petretto

Introduzione Fabio Di Pietro

***
Il 10 dicembre 2018 ricorre il 70° anniversario della Dichiarazione universale dei Diritti dell’uomo (Parigi 10 dicembre 1948). Nel 2019 si celebra il Centenario dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO). Il 20 febbraio 2019 la Giornata Mondiale per la Giustizia Sociale.

I Dipartimenti Giurisprudenza e di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università degli Studi di Sassari, il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto e l’Organizzazione Interna-zionale del Lavoro, partner dell’iniziativa in collaborazione con il Comune di Sassari e il Comune di Alghero, celebrano queste significative correlate ricorrenze con un program-ma di seminari e workshop aperti al pubblico. Nell’ambito della rassegna, in concomitanza con il Rebirth Day (21 dicembre), saranno presentati al pubblico due importanti allestimenti di arte pubblica, che saranno ospitati presso i locali dell’Università e della Biblioteca del Mediterraneo di Alghero: da un lato l’allestimento di una rappresentazione del Terzo Paradiso dell’artista Michelangelo Pistoletto, ispirata ai 17  obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, dall’altro l’esposizione della Tela di Pinocchio “Grillo Parlante, dove sei?”, una grande tela creata dagli studenti di due licei artistici, già esposta per ben due volte presso le Nazioni Unite, che esprime e rappresenta la complessa realtà dello sfruttamento del lavoro minorile.

L’Associazione “Insieme Vocale Nova Euphonia” aprirà le celebrazioni con il “Concerto per la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo” diretto da Vincenzo Cossu presso l’Aula Segni del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Sassari.

L’iniziativa rientra nella rassegna di incontri DAS / Diritto, Arte, Società , ed è promossa dal Master Deca Pro (Master di II livello in Diritto ed Economia per la Cultura e l’Arte nella Progettazione dello sviluppo territoriale), dal Corso di laurea interdipartimentale in Sicu-rezza e Cooperazione Internazionale e da Sentieri contemporanei, palinsesto di dialogo e di interazione tra Arte, Scienza e Formazione, in collaborazione con Fondazione di Sar-degna e Zerynthia associazione per l’arte contemporanea odv.

La partecipazione è aperta a tutti gli interessati.
***
Il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto esprime una visione innovativa di futuro rappresentata in una riconfigurazione del segno matematico dell’infinito, in cui un terzo cerchio centrale sta a significare il grembo rigenerativo di una nuova umanità che l’Agenda 2030 scandisce nei 17 Obiettivi del suo piano d’azione. Il Terzo Paradiso è un’opera collettiva dimensionata nel tempo oltre che nello spazio, e propone e sollecita una dinamica di cambiamento e trasformazione alla quale ciascuno è chiamato a parteci-pare in prima persona, con la consapevolezza che tutti noi siamo investiti di responsabili-tà sociali nelle scelte del nostro agire quotidiano per la realizzazione del bene comune. Quale radice comune a tutta l’umanità`, dalla notte dei tempi l’arte gioca un ruolo signifi-cativo nel favorire la comunicazione e l’interazione e possiede la capacità di ispirare l’economia e la politica.

Per sollecitare le pratiche di sostenibilità reale promosse dall’Agenda 2030 e favorire il cambiamento sociale ci si avvale del linguaggio dell’arte, espressione più sensibile e inte-grale del pensiero umano. Le “Ambasciate del Terzo Paradiso”, catalizzatori di trasfor-mazione sociale, sono impegnate nella diffusione del messaggio e attraverso un processo di mappatura nel territorio condotto con la l’attiva partecipazione dei giovani dei due Di-partimenti di Giurisprudenza e di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università degli Studi di Sassari, attivano operose energie.
L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, approvata all’unanimità dall’Assemblea Ge-nerale delle Nazioni Unite il 25 settembre 2015 è un programma d’azione che consta di 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDGs) e di 169 Target, o sotto-obiettivi, precisi ed estremamente concreti, che servono come guida operativa: (1) Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo; (2) Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere una agricoltura sostenibile; (3) Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età`; (4) Fornire un’educazione di qualità`, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti; (5) Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze; (6) Ga-rantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie; (7) Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sosteni-bili e moderni; (8) Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti; (9) Costruire un’infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione e una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile; (10) Ridurre l’ineguaglianza all’interno e fra le nazioni; (11) Rendere le citta` e gli insediamenti urbani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili; (12) Ga-rantire modelli sostenibili di produzione e consumo; (13) Promuovere azioni, a tutti i livel-li, per combattere il cambiamento climatico; (14) Conservare e utilizzare in modo durevo-le gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile; (15) Proteggere, ripri-stinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre; (16) Promuovere società pacifiche e inclusive per uno sviluppo sostenibile; (17) Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.
Adottata in occasione del settantesimo anniversario dell’ONU dai 193 Paesi membri, l’Agenda “Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile” ha ca-ratteristiche innovative per la sua universalità`, la necessita ‘della partecipazione di tutti al cambiamento, la sua visione integrata dei problemi e delle azioni da realizzare per conse-guire lo sviluppo sostenibile e il rafforzamento della pace universale.

Il lavoro dignitoso è una delle principali priorità dell’Agenda 2030. Nel settembre 2016, l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) ha lanciato l’Alleanza 8.7, una coalizio-ne globale centrata sull’Obiettivo n.8 – crescita economica, produttività`, occupazione e lavoro dignitoso per tutti. In particolare, l’Alleanza mira a promuovere e supportare a-zioni volte ad “Adottare misure immediate ed efficaci per l’eliminazione del lavoro forza-to, per porre fine alla schiavitù moderna e alla tratta degli esseri umani e per assicurare la proibizione e l’eliminazione delle forme peggiori del lavoro minorile, ivi compreso il reclu-tamento e il ricorso a bambini soldato: entro il 2025 porre fine al lavoro minorile in tutte le sue forme”.

L’Organizzazione Internazionale del Lavoro, il cui mandato istituzionale è quello di pro-muovere la giustizia sociale e il rispetto dei principi e dei diritti fondamentali nel lavoro, opera con le istituzioni pubbliche, le parti sociali, le organizzazioni non governative per affrontare il problema, investire nel capitale umano e promuovere una globalizzazione a forte dimensione sociale. L’ILO è l’unica Agenzia delle Nazioni Unite con una struttura tripartita: i rappresentanti dei governi, degli imprenditori e dei lavoratori determinano congiuntamente le politiche e i programmi dell’Organizzazione.

L’iniziativa del Centenario dell’ILO per il futuro del lavoro. Il mondo del lavoro è sotto-posto ad un processo di grandi cambiamenti che avvengono ad una velocità tale da tra-sformare il lavoro come mai prima d’ora. I fattori che intervengono ad influenzare queste trasformazioni sono molti: la globalizzazione e l’internazionalizzazione dei mercati, le tendenze demografiche, le innovazioni tecnologiche e i cambiamenti climatici sono solo alcuni dei fattori chiave del cambiamento. L’ILO, al fine di comprendere e rispondere effi-cacemente a questi cambiamenti e far avanzare l’obiettivo della giustizia sociale, ha dato impulso ad un’iniziativa dedicata al “futuro del lavoro”, come una delle sette iniziative per il suo centenario. L’iniziativa si rivolge universalmente a tutti i costituenti tripartiti dell’ILO, ad altri attori coinvolti nei processi di grandi cambiamenti e in particolare al mondo accademico. Tutti i 187 Stati membri dell’Organizzazione sono incoraggiati ad or-ganizzare significativi eventi nel 2019, anno della celebrazione del suo centenario. Il 20 febbraio 2019, presso l’Università di Sassari, in occasione della Giornata Mondiale per la Giustizia Sociale, avrà luogo il momento celebrativo del Centenario dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro.

Per informazioni rivolgersi alla segreteria organizzativa del Decamaster:
Dott.ssa Giulia Arlotti
Tel.: 079 228760
Cell.: 366 6343320
Email: [email protected]
Siti web:
www.decamaster.it
www.sentiericontemporanei.it

Calendario Eventi

« dicembre 2018 » loading...
L M M G V S D
26
27
28
29
30
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
1
2
3
4
5
6
gio 13

Nuragici, un territorio, un’Isola, il Mediterraneo

4 agosto 2018 @ 17:00 - 30 aprile 2019 @ 22:30
gio 13

JazzAlguer – Música per tots

2 novembre 2018 @ 8:00 - 6 luglio 2019 @ 17:00
gio 13

Cap d’Any 2018/2019 – Mès que un mes

7 dicembre 2018 @ 7:00 - 30 gennaio 2019 @ 20:00
gio 13

Wunderkammer – personale di Aaron Gonzalez

dicembre 7 @ 23:00 - dicembre 24 @ 20:00
gio 13

EcoCarosello!

8 dicembre 2018 @ 8:00 - 6 gennaio 2019 @ 17:00
gio 13

Il Villaggio di Natale

dicembre 8 @ 16:00 - dicembre 23 @ 21:00
gio 13

Serena Handmade Christmas edition

dicembre 10 @ 10:00 - dicembre 16 @ 20:30
gio 13

L’Arte del Ferro

dicembre 10 @ 10:00 - dicembre 16 @ 20:30
gio 13

L’Arte della sostenibilità: diritti, doveri, responsabilità

10 dicembre 2018 @ 16:00 - 20 febbraio 2019 @ 17:00

Ufficio Informazioni turistiche

Ufficio di Informazioni Turistiche della Città di Alghero
The Official Tourist Centre of Alghero

Ex Casa del Caffè (via Cagliari 2) - 07041 Alghero (SS)
+39 079.979054 +39 079.974881
[email protected]

Lun.- Ven./ Mon - Fri: 9/13 – 15.30/18.30
Sabato - Saturday : 9/13

Instagram Alghero Turismo

  • Tutto pronto ad Alghero per MesQueUnMes torna anche questanno il
  • Entriamo insieme nel vivo diMesQueUnMes!  Grazie a questo album
  • Tra le bellezze naturali pi importanti del nord Sardegna troviamo
  • Un altro grande weekend firmato mesqueunmes  alle porte e
  • Un periodo diverso in cui vivere il mare di Alghero
  • I riflessi nelle calme acque del porto e il gioco
  • Quei tramonti che restano nel cuore di chi visita lAlguer
  • Si estende per ben 120 mq su 3 altezze conta

Fondazione ALGHERO

logo-Fondazione-Alghero-360x172

© 2018 Fondazione Alghero
Largo Lo Quarter - 07041 Alghero (SS)
(+39) 079 97 90 54 | (+39) 079 97 48 81

P.IVA 02410750901