Con Tempo | mostra personale di Alessia Biscarini

Inizio:
2022-08-25 18:00:00

Fine:
2022-09-04 23:00:00

Luogo:
Torre di Sulis

Città:
Alghero

Indirizzo:
Piazza Sulis

 

Torre di Sulis | dal 25 agosto al 4 settembre

Orario di apertura tutti i giorni dalle ore 18 alle 23

 

Il tempo dell’oltre

L’opera di Alessia Biscarini ci interroga sul senso di una pittura apparentemente ancorata alle formule della monocromia minimalista, ma che in realtà finisce per sondare la parte più intima
dell’essere e, in primis, della sua stessa autrice. A guardare attentamente i suoi dipinti ci accorgiamo di come l’immaginario vada a perdersi in orizzonti lontani, nebbiosi e indefiniti dove si percepisce un senso di perdita del tempo, quasi un’immersione nelle lande sconfinate di luoghi mentali.

Un’astrazione prossima al color-field statunitense caricata di una particolare predisposizione alla ricerca paesaggistica. Gli orizzonti si intuiscono, ma non pienamente, catapultando la raffigurazione in una sorta di paesaggismo astratto dove la pittrice coglie il lato più filosofico del lavoro.
Non possiamo, a questo punto, non tornare con la mente ad artisti come William Turner, Caspar David Friedrich, e poi avanti nel tempo Nicolas de Staël o Mark Rothko, una linea pittorica ben precisa che dal vedutismo romantico di metà Ottocento ha portato alle formule astratte più contemporanee. Alessia Biscarini recupera inconsciamente queste suggestioni, non per diretto
interessamento, piuttosto per parallelo sentimento. Ed è infatti proprio il sentimento a determinare il lavoro di quest’ultima e ciò lo si evince dal fatto che la sua pittura è totalmente libera dalla forma.

La vaporosità di fondo e il senso di perdita d’orizzonte ci inducono allo sprofondamento nel crogiuolo delle sensazioni più che della logica.
In questo senso, la sua ispirazione non può che orientarsi nell’ambito della ricerca psichica. Un genere di astrazione che, parallelamente al tema romantico già sottolineato, approda a quegli sviluppi pittorici maturati nella Parigi anni Venti dei surrealisti. E il riferimento sembra quanto mai pertinente, quando si considera come Biscarini affronti tematiche dal valore allegorico-alchemica come quello dei 4 elementi. Il ricorrente richiamo all’aria, terra, acqua e fuoco concorre a definire un interesse specifico di confronto con la parte simbolica della vita. In sostanza, si vuole suggerire una possibile convergenza della pittrice con quel versante della ricerca artistica che dalla sfera del sentimento è passata a quella dell’interiorità più profonda: l’archetipo. Si richiama così la sfera junghiana del surrealismo, dove l’opera veniva astrattizzata in virtù di una ricerca profondamente radicata nell’Io. La tematica dei quattro elementi si riallaccia così alla spinta astratto-paesaggistica di cui sopra, ma caricata di valore alchemico e protesa alla definizione della sua variante spirituale.
Pare dunque interessante oggi richiamare la figura storica di un’artista che in Umbria ha avuto un particolare rilievo e che, da donna, rappresentò l’avanguardia artistica più avanzata del suo tempo.

Parliamo della pittrice folignate Leandra Angelucci Cominazzini la quale, già a metà anni Trenta, dopo aver aderito al movimento futurista (una tra le cinque donne in tutta Italia) sperimentava una pittura di vaporosità psicologiche, spinta da una sensibilità tutta femminile e protesa alla definizione di una pittura di sentimento dove le nebbie incombenti richiamavano proprio quella sfera archetipica demandata alla parte più profonda dell’essere, ma nel contempo indirizzata a sondare l’infinito cosmico che abbiamo sopra la testa.
Questi continui rimandi storici, cui stiamo facendo riferimento, sono dunque oggi il miglior modo per sostenere il percorso artistico di Alessia Biscarini, al fine di individuarne una strada pittorica che affondando le radici in un passato glorioso di avanguardie straordinarie (Romanticismo, Surrealismo, Futurismo, Abstract expressionism) concorrerà certamente alla futura definizione di una pittura ancor più consapevole e profonda. Già oggi, comunque, non si può restare indifferenti a questa sua capacità di sintesi, al coraggio di liberarsi del superfluo per regalarci una pittura di
essenza.

Alessia ci permette di viaggiare in spazi mentali che attendono al sogno e alla parte più nascosta di noi, ma che da sempre sono anche quelli più veritieri. Proprio come aveva sottolineato Jung, indirettamente suggerendo ad artisti come Breton, Ernst o Masson di esplorare l’irrazionale che avevano dentro. Ma forse non c’è tutta questa irrazionalità nel lavoro di Alessia, forse c’è un
sentimento che prevale e che per sbocciare deve sondare, similmente, quelle “terre interiori” che tutti possediamo. Mostrarci quei paesaggi che esistono in una realtà parallela che per noi sarebbe
impossibile vedere, ma che grazie al potere immaginativo dell’arte può uscire allo scoperto e condurci oltre le barriere dell’umano sentire.
Andrea Baffoni

Calendario Eventi

« Novembre 2022 » loading...
L M M G V S D
31
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
1
2
3
4
Mar 29

Alghero Experience la nuova piattaforma per acquistare Alghero Ticket

18 Giugno 2021 @ 8:00 - 31 Dicembre 2023 @ 17:00
Mar 29

Aligvria e Prospettive Nascoste

29 Novembre @ 16:00 - 20:00

Ufficio Informazioni turistiche

Ufficio di Informazioni Turistiche della Città di Alghero
The Official Tourist Centre of Alghero

Ex Casa del Caffè (via Cagliari 2) - 07041 Alghero (SS)
+39 079.979054 +39 079.974881
[email protected]

Dal lunedì al sabato:
9.00 - 13.00 / 15.00 - 18.00
Monday - Saturday:
9.00 - 13.00 / 15.00 - 18.00

Instagram Alghero Turismo

No images found!
Try some other hashtag or username

Fondazione ALGHERO

logo-Fondazione-Alghero-360x172_2Versione_finale02

© 2018 Fondazione Alghero
Largo Lo Quarter - 07041 Alghero (SS)
(+39) 079 97 90 54 | (+39) 079 97 48 81

P.IVA 02410750901